Consiglio di lettura: il rapporto madre-bambino.

(immagine tratta da Google)
(immagine tratta da Google)

Dal retro copertina:

"Questo volume è diretto a chi si occupa della nascita, delle relazioni umane, dei problemi connessi allo sviluppo nei primi mesi di vita e dei legmai esistenti fra fattori emotivi e attentivo/cognitivi nel processo vivo della comunicazione tra una madre e il suo bambino.Attraverso le voci dei suoi autori il libro si propone di riconsiderare in modo critico alcuni concetti fondamentali, quali quelli di intersoggettività, di nascita delle emozioni, di processo attentivo e comunicativo, di sensibilità e di meccanismo di rischio nello sviluppo. Tali temi vengono presentati in chiave problematica, considerando le più recenti ricerche, e da un'angolatura che intende dimostrarne la comlessità tutt'ora non risolta. Attraverso la proposta di "decodifica" di comportamenti connessi ai concetti di comunicazione e di sensibilità, si vuole inoltre additare una possibile via  di lettura della delicata relazione madre-bambino."

 

Quante e quali sono le preoccupazione di una madre?

Quante volte abbiamo sentito parlare di "paura di non essere all'altezza, di paura non riuscire a decodificare i bisogni dei propri bambini". Spesso la genitorialità avviene e travolge, ma si tratta di un uragano positivo se vissuto con lo spirito giusto.

E' più che naturale porsi delle domande rispetto a come si cambia assumendo il nuovo ruolo di "madre", di come si saprà rispondere, e reagire delle paure.

Parliamo nello specifico della maternità perchè questo è il tema centrale del testo che vi propongo e consiglio di leggere.

La donna che scopre di diventare mamma affronta cambiamenti non solo di ruolo ma anche crporei.

Questo inevitabilemnte influenza stati d'animo e comincia a far-ci pensare "mamma". Il proprio grembo diventa culla, con tutte le responsabilità che si accolgono nel momento stesso in cui si decide di diventare genitori.

Tutte le fasi della relazione madre-bambino, dalla sua nascita alla sua costruzione continua, vengono affrontate nel testo in chiave problematica.

Si cerca di dare tutta una serie di spiegazioni scientifiche sulle quali far poggiare la relazione che nasce e si evolve.

C'è tutta una sezione dedicata alla relazione madre-bambino pretermine.

La nascita prima della data presunta crea disorientamento e si carica di una preoccupazione mista a paura di gran lunga maggiore rispetto a quelle legate alla nascita in se.

Spaventa l'idea di quel pre, di un distacco avvenuto prima di quanto ci si era aspettati, di un distacco che coglie impreparati.

Eppure nel testo si spiega come poter affrontare questa relazione senza lasciarsi troppo impaurire dalla precocità con cui esso si inserisce nella nostra vita.

Vi invito alla lettura proprio perchè ritengo possa dare delle spiegazioni sulle dinamiche relazione madre-bambino che possono aiutare e dare risposte laddove sorgano dubbi e domande.

Una chiave di lettura attenta e dettagliata a più voci.

Uno spazio in cui protagonista è la speciale relazione che sussiste fra madre  e bambino.

Buona lettura.

 

Scrivi commento

Commenti: 0

Iscriviti alla newsletter dello

Studio EmPathos

e riceverai gli aggiornamenti sulla tua casella di posta

(nel corpo del messaggio scrivi: "ISCRIZIONE")

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

VIENI A TROVARCI SUL NUOVO SITO:

WWW.STUDIOEMPATHOS.COM 

TI ASPETTIAMO NELLA NUOVA VESTE MA CON LA STESSA VISION!